STABILIZZAZIONE CERVICALE

 

In caso di instabilità vertebrale cervicale nel cane di grossa taglia sono state proposte varie tecniche di stabilizzazione. E' possibile ottenere una buona stabilizzazione cervicale utilizzando un distrattore intervertebrale dinamico in titanio inserito sotto guida fluoroscopica all'interno dello spazio intervertebrale interessato, preventivamente sottoposto a discectomia mediante pinza di Caspar e fresa in tungsteno.

Presso la Fondazione l'intervento è stato nel tempo affinato, aggiungendo  a questo mezzo di sintesi (per altro sufficiente a garantire la distrazione), l'inserimento di viti monocorticali da spongiosa da 6,5 mm di diametro nei corpi vertebrali attinenti la stabilizzazione,  solidarizzate con resina chirurgica antibiotata. 

A nostro parere, se da un lato la gabbia intervertebrale garantisce un buon mantenimento della distrazione, le viti nei corpi vertebrali permettono un buon contrasto delle forze di flesso-estensione. Al fine di ben posizionare l'impianto è opportuno il controllo fluoroscopico intraoperatorio. Nel periodo post-operatorio viene applicato un collare morbido a sostegno raccomandando il riposo per almeno 2 mesi.

Stabilizzazione cervicale in un cane mediante inserimento di gabbietta intervertebrale in titanio e viti somatiche solidarizzate mediante resina antibiotata - immagine mielografica intraoperatoria

Vai all'inizio della pagina